Una volta cotte le patate, estraetele dalla pentola per adagiarle su un piatto ma non eliminate l’acqua calda in cui le avete fatte bollire: si rivelerà preziosa per rendere splendenti le pentole di acciaio inossidabile, i coperchi e anche il colapasta. Provate per credere, a patto che abbiate fatto cuocere le patate con tutta la buccia

Se volete far vivere più a lungo il mazzo di fiori recisi che vi hanno regalato ricordatevi che l’acqua non va mai cambiata completamente, ma soltanto integrata via via che si consuma.

Prepariamo in anticipo i componenti per realizzare un potpourri per il prossimo autunno, raccogliendo bacche e fiori e lasciandoli poi al sole. Le profumazioni migliori per realizzarlo sono il cedro, l’abete bianco, il legno di rosa, le scorze degli agrumi e il mirto.

Per rinnovare un vecchio golfino un pò spento applicatevi delle paillette: fissatele prima con qualche goccia di colla creando un disegno e posizionandole in maniera armonica, quindi cucitele con un puntino nascosto.

Per evitare che a lungo andare l’uso del ditale scurisca la pelle del dito medio, indossatelo soltanto dopo aver passato al suo interno un pò di smalto trasparente.

Sempre meno usate dopo l’avvento di internet e dei navigatori satellitari, le vecchie cartine stradali possono servire per rivestire bauli, libri, quaderni o scatole.

Procuratevi i profumi nel giardino (lavanda, rose, gelsomini, eccetera) un litro d’acqua, alcool etilico a 95°, acquistabile in qualsiasi negozio di liquori o alimentari, e una bottiglietta di vetro scuro con tappo. Portare a bollore l’acqua per 5-10 minuti con una manciata di petali della fragranza che avete scelto e lasciateli in infusione per 10 giorni, al riparo dalla luce del sole e in luogo fresco. Trascorso questo tempo, filtrateli con una garza sterile e aggiungete circa il 20% di alcool. Il flacone va chiuso e riposto al buio e al fresco per almeno una settimana, durante la quale il flacone va scosso di tanto in tanto.

Le fibre in poliestere sono l’ideale per imbottire cuscini e pupazzi di pezza o quelli lavorati a maglia: solitamente non provocano allergie e possono essere lavate facilmente.

Un quarto di miele, un quarto di succo di limone e due quarti di yogurt: ecco come realizzare una crema per le mani efficace al 100%.