Vai ai contenuti

I consigli della Nonna

Tanti utili consigli per voi e la casa, recensioni varie.

Archivio

Categoria: ricette veloci

-

Ciao a tutti :) eccomi tornata con delle gustose ricette accompagnate dalla qualità e dal sapore di Raspadura Lodigiana - Bella Lodi! Vi mostro subito un classico dei primi piatti: il risotto al sugo. Semplicemente preparare un sugo con i vostri pomodori pelati preferiti.

Preparazione del sugo: far imbiondire aglio e cipolla nell’olio evo. Gettare la passata e far cuocere per circa 30 minuti (la cottura è a gusto personale). Unite due foglie di basilico a fine cottura per profumare e dare un tocco in più di sapore al vostro sugo.  Portate ad ebollizione l’acqua per far cuocere il vostro riso, salate e aggiungete le dosi necessarie di riso (io preferisco da sempre il basmati). A cottura ultimata, condite col sugo e spruzzateci sopra una bella manciata di gratugiato fresco Bella Lodi. Buon appetito :)

 

 

Qui Marito faceva il golosone e rubava manciate di Raspadura :) :) :) eh eh, birbante!

-

-

Un piatto che non deve mai mancare nelle nostre giornate :) l’insalata. Da gustare come contorno, o perché no, come un piatto unico! Foglia verde, pomodori e Raspadura, fanno di questo piatto povero, un vero e proprio primo pasto. Provare per credere :)

-

 

Questo è il tipico pranzo lavorativo di mio marito :) stanco dei soliti panini anonimi? vuoi evitare insaccati o semplicemente non vuoi mangiare il solito tramezzino tonno e pomodoro?! Eccovi un’alternativa leggera e gustosa :) Dopo aver tagliato a fette tutte uguali e grigliato una zucchina, sistemate le vostre fettine nei panini e aggiungetevi sopra alcune scaglie di Raspadura.  Una vera delizia!

-

 

Infine rimane da gustarvi da sola o in compagnia, la vostra grana lodigiana :) non vi nego che metà confezione è stata tagliata a fette e mangiata come spuntino nelle merende giornaliere. La restante è stata servita per decorare un piatto di riso basmati agli asparagi :)

Procedimento da seguire è il solito classico della cottura del riso. Per preparare il condimento degli asparagi invece ho proceduto così: ho imbiondito l’aglio nell’olio evo, ho aggiunto gli asparagi tagliati a tocchetti, precedentemente puliti e lavati. Ho aggiunto il prezzemolo, il pepe e una spolverata di zenzero. Ho cotto per circa 15/20 minuti a fiamma bassa, girando di tanto in tanto. A cottura ultimata ho unito al mio riso :)

-

Bella Lodi è naturalmente privo di lattosio. Grazie all’accurata selezione dei fermenti lattici utilizzati nella sua produzione (selezione unica Pozzali Lodigrana in collaborazione con la facoltà di Agraria dell’’Università Cattolica di Milano) durante il processo di fermentazione e stagionatura il lattosio presente viene trasformato in acido lattico ad opera degli stessi fermenti. Per saperne di più visitate il sito internet www.bellalodi.it o la pagina Facebook.

SCOPRI TUTTO IL GUSTO DELLA SFOGLIA TRADIZIONALE DI BELLA LODI
Soffice e leggera, la Raspadura si scioglie piacevolmente in bocca, esaltando tutte le caratteristiche e la bontà del formaggio Bella Lodi. Fatta rigorosamente a mano come vuole la tradizione, è il tocco di eccellenza che conquista il palato del giovane innovativo ma anche dell’adulto che ama i prodotti tradizionali e tipici.
Per scoprire tutto sul mondo Bella Lodi, visita il sito www.bellalodi.it

 

Questo è stato il nostro pranzo pasquale :) complice la gita fuori porta, alla fine ci abbiamo mangiato per ben due giorni! Io per fare in fretta ho usato la besciamella già pronta (ho preparato tre teglie dato che, era prevista anche la compagnia di amici), ma voi potete prepararla con più calma a casa vostra :) vi basterà avere a disposizione questi ingredienti: 500ml di latte, 50g di burro, 50g di farina, sale, pepe e noce moscata q.b..

Preparazione della besciamella: Mettere a scaldare il latte, nel frattempo sciogliere il burro a bagnomaria. Una volta sciolto il burro incorporate la farina setacciata, mescolare bene fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo. Quando il latte inizia a fare le prime bollicine aggiungere il composto e girare tutto con l’aiuto di una frusta. Lasciare cuocere fino ad ottenere la densità della besciamella desiderata, aggiungere infine sale, pepe, noce moscata.

Preparazione delle lasagne ai carciofi: pulire i carciofi, tagliarli in modo sottile, metterli in un recipiente con dell’acqua e limone in modo che non anneriscono. Finito di pulirli tutti, farli ammorbidire in una padella con un bicchiere di acqua per venti minuti circa.

Una volta preparati tutti i nostri ingredienti, li alterniamo alle nostre lasagne (io ho usato quelle fresche già pronte). Uno strato di besciamella, carciofi, pecorino, menta (non avevo quella fresca ed ho utilizzato quella essiccata). Inforniamo a 180° per circa 20 minuti (seguite i consigli di cottura della vostra confezione di lasagne).

Buon appetito :)

Eccomi a presentarvi la collaborazione con Bella Lodi azienda casearia italiana :)

Qui sopra vedete a dimostrazione La Raspadura in due semplici ricette :) la prima è una semplice insalata di lattuga iceberg, gamberetti, pomodori, surimi e ovviamente la raspadura per insaporire e decorare il tutto. Poi c’è l’abituale pranzo del mio compagno che, a sua disdetta, non può muoversi mai dalla sua postazione lavorativa :) allora, due bei tramezzini a base di fettine di tacchino arrosto, insalata e raspadura, fanno il suo bell’effetto!

Qui sotto invece ci gustiamo (pelosino compreso) delle fettine di grana Bella Lodi :) dal colore bianco e dal profumo intenso e delicato. L’ho voluto accompagnare anche ad un primo sfizioso: Bavette agli asparagi e bottarga.

Ricetta Bavetta asparagi con bottarga

INGREDIENTI: 

Bavette (numerazione a scelta)

Asparagi (meglio se selvatici)

Bottarga di Tonno q.b.

Prezzemolo/Aglio q.b.

Olio extra vergine di oliva

Fettine di grana per guarnire (opzionale)

PROCEDIMENTO: Mettete a bollire l’acqua in una pentola, portatela a ebollizione e salate, gettate le vostre bavette (le dosi sono a vostra discrezione) e lasciate in cottura a seconda dei vostri gusti. Nel frattempo rosolate gli asparagi, l’aglio, il prezzemolo in un filo di olio (non superate i dieci minuti e la fiamma dovrà essere medio/bassa). Quando le bavette saranno cotte, scolatele e riportatele nella padella del condimento, girate qualche secondo a fuoco vivo, unite un cucchiaino di bottarga et voilà il vostro primo è pronto. Impiattate e gustate con contorno di grana Bella Lodi :) Buon appetito!

Melanzane alla parmigiana con Bella Lodi

Tagliare a rondelle le melanzane e dorarle per pochi minuti in una padella antiaderente (senza niente). Nel frattempo vi preparate un sugo semplice con aglio, olio, una confezione di pelati e salate. Terminato questo passaggio, oliate una teglia. Procedete poi mettendo un cucchiaio di sugo sulla base della teglia, le rondelle di melanzane, una manciata di parmigiano Bella Lodi. Seguite sempre questa linea sino a quando non avrete terminato il procedimento di preparazione. Infornate poi per circa 30/40 minuti e servite tiepido o freddo.

Ringrazio tantissimo per l’opportunità e vi invito a seguirli attraverso questi siti:

www.bellalodi.it

www.raspadura-lodigiana.it

www.gran-natura.it

Bella Lodi Facebook

Golosissime le frittelle di carciofi :) vedrete che anche i vostri bimbi ne andranno ghiotti!

Pulite i carciofi, tagliateli e lasciateli in ammollo nell’acqua e limone. Quando avrete finito di pulirli tutti, risciacquateli e con l’aiuto di un canovaccio asciugateli. Preparate la vostra pastella con della farina, un uovo, acqua frizzante ma anche con la birra escono ‘na delizia, prezzemolo tritato, un pizzico di sale, un po’ di lievito per preparazioni salate e unite i carciofi alla pastella, mescolando bene e lasciando riposare almeno 5 minuti. Nel frattempo mettere a scaldare l’olio e quando sarà ben caldo (fate la prova dello stecchino: se immergendo uno stecchino si formeranno delle bollicine, l’olio è pronto) immergetevi delle piccole quantità di pastella a friggere. Quando le frittelle saranno ben dorate, scolatele su carta assorbente e salate.

Buon appetito :)

Chi non conosce il famoso formaggino Tigre e il suo logo dedicato appunto alla tigre? Bene, quest’anno il brand ha deciso di rinnovarsi e di coinvolgere direttamente noi utenti ad esprimere un voto :) da questo link infatti è possibile votare. 

La storia della Formaggio Tigre affonda le sue radici nel passato. Fondatrice dell’Azienda fu la famiglia di produttori di formaggio Roethlisberger. Dopo la guerra Roethlisberger venne a conoscenza di nuovi metodi di lavorazione e studiò la possibilità di produrre formaggio fuso.

Dagli anni Trenta in poi la produzione di formaggio fuso divenne la principale attività dell’Azienda tanto che si rese indispensabile la costruzione di una nuova fabbrica adeguata alle nuove esigenze e nel 1976, venne acquistata dagli Stati Uniti una macchina per la produzione del formaggio a fette. Tigre nel 2014 ha festeggiato 90 anni mantenendo inalterati le sue caratteristiche distintive quale la qualità e il suo gusto deciso e intenso.

Nel dettaglio vi parlo di:

  • Tigre Standard: il formaggio fuso a spicchi dal gusto deciso e intenso.
  • Tigre Creamy: il gusto Tigre pensato per i più piccoli, con una ricetta più delicata.
  • Tigre Selection: una selezione di tre diversi formaggi: Emmentaler, dal tradizionale gusto dolce, Gruyère, dall’aroma fragrante e piccante e il Creamy, formaggio cremoso.
  • Fondue Tigre: La Fondue Tigre, con il suo gusto delicato e la sua consistenza cremosa, è il prodotto ideale da condividere in compagnia.

I formaggini non sono solo fatti per essere spalmati in un panino ma, si possono accompagnare a delizie ricette in cucina :) io vi mostrerò cosa ho realizzato con la confezione di Tigre Selection.

INGREDIENTI:

  • 1 confezione di formaggini
  • pane tipo carasau (in alternativa vanno bene anche i crackers)
  • insalata a piacere
  • gamberetti o surimi a discrezione vostra
  • rosmarino
Dividere il formaggino in due parti, adagiarlo sopra il pane e metterlo a sciogliere nel microonde per circa 12 secondi, spolverare con del rosmarino e guarnire con l’ingrediente scelto a piacere, nel mio caso il surimi.

In questa ricetta: cavolini di bruxelles rosolati con olio evo e cipolla, ho semplicemente aggiunto un formaggino a fine cottura e fatto sciogliere :) ‘na delizia per gli occhi e per il palato! Buon appetito con Tigre :)

Abbiamo preparato anche la fonduta :) seguendo le istruzioni alla lettera, è stato davvero semplicissimo! Abbiamo anche aggiunto le spezie indicate sulla confezione. Buonissima!

**Post realizzato in collaborazione con Bloggeritalia

Tigre Contro Tigre

Vi potrà suonare strano ma io in 37 anni e mezzo non ho mai mangiato la zucca! Così, presa dalla curiosità delle varie ricette postate su internet dalle amiche, ho voluto acquistare la mia prima zucchetta :) in realtà è solo una metà .. è comunque costosetta! Questa a vederla così non pareva un granché, ma ho deciso di acquistarla perché proveniva da Napoli. Dopo aver seguito un tutorial su come pulirla (grazie santo you tube!), l’ho tagliata a dadini e l’ho ammorbidita mettendola in forno (già caldo) per 15 minuti a 180°. Passato il tempo necessario, con l’aiuto di una forchetta ho schiacciato la polpa rendendola morbida e pronta all’impasto successivo. Qui gli ingredienti da aggiungere sono opzionali, io avevo disponibili dei dadini di prosciutto e del formaggio tipo fontina che ho tagliato a cubetti. Ho unito un uovo, sale e pepe q.b., pan grattato, parmigiano. Ho preparato tre piatti con la farina, due uova sbattute, pane grattugiato. A turno (partendo dalla farina) ho passate le mie polpette (devono essere grandi quanto un’albicocca) da piatto a piatto e poi dritte a friggere nell’olio di girasole ben caldo :)

Il tempo di dorare qualche minuto, scolatele dell’olio, quindi adagiatele su carta da cucina assorbente. Servire calde ma anche fredde hanno il loro gusto :)

I semini al suo interno non li ho buttati ma, dopo averli puliti bene sotto il getto dell’acqua, li ho tostati nel forno per circa 10/12 minuti. Sono ottimi come antipasto o sgranocchiati davanti alla TV. Ricchi di carotenoidi e vit E sono un vero alleato per il nostro organismo :) leggi qui i 10 motivi per cui non dovremo mai farne a meno.

Vi piacciono le favette? noi le adoriamo :)

Mettete a rosolare con un filo di olio, una cipolla. Lasciatela dorare e aggiungetevi le favette. Aggiungere un po di acqua e un pizzico di sale. Lasciate lessare per circa 20 minuti (controllate sempre la cottura), dopo che l’acqua sarà evaporata, aggiungetevi due o tre uova, mescolate sino alla cottura definitiva delle uova. Servite e buon appetito :)

Tra tutti i legumi  la fava risulta essere la meno calorica ma molto nutritiva, perché fornisce proteine, fibre, vitamina A, del gruppo B, C, E, PP, K, e sali minerali.